home page

foto-chi-sono

Mi sono laureata in letteratura angloamericana alla Statale di Milano (Laurea in Lingue e Letterature Straniere Moderne, novembre 1987), dove ho studiato anche tedesco e spagnolo. Dopo aver frequentato alla fine degli anni ’80 la Scuola di Editoria Piamarta, ho lavorato per dieci anni come caporedattrice della casa editrice Vallardi IG, prima di dedicarmi dal 2000 alla libera professione, collaborando come traduttrice e revisora con le redazioni di fiction straniera di Garzanti, Longanesi, Marsilio, Mondadori, Piemme, Vallardi IG.

Ho tradotto letteratura per ragazzi e romanzi dall’inglese e dal tedesco, fra cui, a più mani, Il simbolo perduto, Inferno e Origin di Dan Brown, Mondo senza fine, La caduta dei giganti, L’inverno del mondo, I giorni dell’eternità e La colonna di fuoco di Ken Follett, dei quali ho curato anche la prima revisione. Ho rivisto traduzioni di Brown, Cornwell, Fleischhauer, Follett, Patterson, Rankin.

Nel luglio 2011 ho partecipato al “Quinto laboratorio di traduzione italiano tedesco”, promosso da ViceVersa, Pro Helvetia, Casa dei Traduttori Looren, Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere Moderne dell’Università degli Studi di Bologna e con la partnership della cooperativa di traduttori NTL; al laboratorio ho presentato un brano di traduzione dal romanzo Léon und Louise di Alex Capus.

Nel luglio 2014 ho partecipato a “Traduttori in movimento”, laboratorio di traduzione letteraria dal tedesco coordinato da Renata Colorni (traduttrice di La montagna magica di Thomas Mann, Mondadori, 2010) ed Enrico Ganni (traduttore di Infanzia berlinese intorno al Millenovecento di Walter Benjamin, Einaudi, 2007).

Nel 2014 e nel 2015 ho tenuto presso l’Università di Pisa il seminario “Tradurre i sottogeneri del giallo” nell’ambito del Master di II livello in Traduzione di testi postcoloniali in lingua inglese, proponendo agli studenti opere di giallisti canadesi, indiani e sudafricani.

Nell’ottobre 2015 ho partecipato al “Laboratorio italiano traduce il giallo”, organizzato dalla Casa dei traduttori Looren (Svizzera) presso la Fondazione Garbald a Castasegna, nell’ambito del quale ho tenuto il laboratorio aperto “Tradurre The Meeting di Margie Orford” (http://tinyurl.com/z6fkl3a).

Sono responsabile della formazione dei traduttori editoriali della sezione Lombardia di AITI (per la quale ho organizzato seminari, laboratori, e incontri peer-to-peer sulla traduzione e la revisione letteraria). Collaboro con la rivista “Tirature” per gli articoli sulla traduzione.

Sono delegata AITI per la consulenza alla creazione e alla programmazione del nuovo Laboratorio Formentini per l’editoria, realizzato da Fondazione Mondadori con il sostegno di Fondazione Cariplo e promosso dal Ministero degli Affari Esteri, dal Centro per il libro e la lettura e dall’AIE, in collaborazione con STradE. Lo spazio è stato inaugurato a Milano nel settembre 2015, in via Formentini 10 a Brera, ed è un luogo di ricerca, formazione e incontro per tutti i rappresentanti della filiera editoriale. Nel 2017 abbiamo creato il TableT – Il tavolo dei traduttori, un’occasione di incontro tra colleghi che si tiene una volta al mese al Laboratorio Formentini.

Tra le ultime traduzioni pubblicate: Kate Grenville, Il fiume segreto (Longanesi, 2008); Jason Burke, Sulla strada per Kandahar (Longanesi, 2008); Leslie Lokko, Povera ragazza ricca (Mondadori, 2009); Syrie James, I sogni perduti delle sorelle Brontë (Piemme, 2010); Ruta Sepetys, Avevano spento anche la luna (Garzanti, 2011); Alex Capus, Ogni istante di me e di te (Garzanti, 2012); Ruta Sepetys, Una stanza piena di sogni (Garzanti, 2013); Sam Angus, Per te qualsiasi cosa (Garzanti, 2013); Priya Basil, I pendolari delle 16:02 (Piemme, 2013); Dan Brown, Inferno (Mondadori, 2013, cotraduzione); Claire Kendal, So dove sei (Garzanti, 2014); Ken Follett, I giorni dell’eternità (ultimo volume cotradotto della Century Trilogy, Mondadori, 2014); Shelly King, Tutta colpa di un libro (Garzanti, 2015); Leslie Lokko, In amore e in guerra (Mondadori, 2015); Marianne Kavanagh, Una dolce ostilità (Garzanti, 2016); Ronald H. Balson, Ogni cosa è per te (Garzanti, 2016); Cynthia Swanson, La rivincita di una libraia (Garzanti, 2017); Ken Follett, La colonna di fuoco (cotraduzione, Mondadori, 2017); Dan Brown, Origin (cotraduzione, Mondadori, 2017).

Per ragazzi: Robert Leeson, La storia di Robin Hood (Vallardi IG, 1994); Ann Pilling (a cura di), La Bibbia per i ragazzi (Vallardi IG, 1994, cotraduzione); Uri Orlev, Battista e il ciuccio (Motta Junior, 2002); Katja Reider, Camilla Attaccabrighe (Motta Junior, 2002); Jens Thiele e Matthias Friedrich, Il mio papà è il più in gamba del mondo (Motta Junior, 2003); Hubert Schirnek, Dimmi, che cos’è un sogno? (Motta Junior, 2004); Doris Dörrie, Carlotta vuol essere principessa (Motta Junior, 2004); Shirin Yim Bridges, Il sogno di Rosso Ciliegia (Motta Junior, 2005); Nick Healy, Il pianoforte (Motta Junior, 2007); Helga Bansch, Topini per vicini (Motta Junior, 2008); Martin Sodomka, Come costruire un’auto. Storie di viti, dadi e bulloni (Vallardi, 2014); Martin Sodomka, Come costruire una motocicletta (Vallardi, 2015).